Mario Gasbarrino, Presidente e AD di Unes con gli studenti del primo anno.

“È Curioso, testardo, ama l’Italia, i giovani ed il Napoli, esprimere opinioni personali. Odia lo spreco”.

Con queste parole il Professor Daniele Fornari, docente di trade marketing dell’Universitá Cattolica di Piacenza, ha introdotto Mario Gasbarrino, Presidente ed Amministratore Delegato di Unes/U2 Supermercati, aprendo così la lezione manageriale tenutasi martedì 25 ottobre con i ragazzi del primo anno del corso di laurea magistrale in Food Marketing e Strategie Commerciali.

Il gruppo Unes è composto da 121 supermercati, di cui 92 con insegna U2, localizzati in tre regioni italiane (Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna) e vanta un fatturato di 923 milioni di euro, nonostante detenga solo l’1% delle quote di mercato.

Il vero cambiamento epocale per il gruppo avvenne nel 2006, anno in cui Gasbarrino fu nominato amministratore delegato ed ebbe l’intuizione che i trend di mercato legati alla grande distribuzione si stavano muovendo in controtendenza rispetto al passato. Il manager è stato in grado di interpretare i fattori economico/demografici e gli stili di vita portati dal “vento del cambiamento” e di trasformarli in realtà.

In un mondo conservatore, Unes ebbe il coraggio di rompere le tradizioni: “abbiamo rinunciato”, chiarisce Gasbarrino, “a influenzare il cliente con politiche promozionali e voluto instaurare un rapporto diretto con quest’ultimo, creando di fatto un nuovo format che si colloca idealmente tra Supermercato e Discount.” Questo “terzo luogo” ha eliminato il superfluo per dare risalto all’essenziale: “prezzi bassi tutti i giorni” è la filosofia aziendale, messa in atto evitando qualsiasi tipo di promozioni, volantini e raccolta punti.

I fattori di successo di Unes si basano su un’attenta analisi dell’ambiente e del consumatore, cercando di cogliere ogni sua esigenza. “A tal proposito Unes, prima di qualsiasi altra insegna della grande distribuzione, ha focalizzato la propria attenzione sulla riduzione degli sprechi alimentari, energetici ed ecologici, rispettivamente introducendo il banco del pane self-service, gli sportelli al banco frigo e rimuovendo gli imballaggi in plastica delle confezioni d’acqua a marchio privato”, ha spiegato l’a.d. di Unes.

Il gruppo, già orientato al futuro ed alla ricerca di continue opportunità di sviluppo, ha recentemente sperimentato con successo l’apertura di un temporary store dedicato esclusivamente al proprio marchio premium “Il Viaggiator Goloso”, che ha permesso di sviluppare una performance più emozionale di brand rispetto al suo ambiente naturale, l’usuale punto vendita. Insieme a NaturaSi inoltre, Unes ha recentemente stretto la partnership commerciale con Amazon per dar vita al servizio “Amazon Prime Now”, volto alla consegna di prodotti freschi entro due ore dall’ordine nell’interland milanese.

“Si tratta di una innovazione di servizio senza precedenti nell’universo GDO, destinata a cambiare radicalmente il modo di fare grocery non soltanto presso di noi, ma anche nei confronti degli altri competitor del settore”, ha ommentato orgogliosamente il manager.

Gasbarrino ha concluso la propria testimonianza affermando che “il vero innovatore è colui che si pone domande iniziando con la parola “perché”: solo ponendosi questo tipo di quesiti è possibile cogliere quei fattori che portano al cambiamento e alle vere innovazioni.” Come di consueto non è mancato il tradizionale “selfie con il manager”, fortemente voluto da studenti e da Gasbarrino stesso, considerato il più digital fra tutti i suoi colleghi.

Silvia Arzenton
Marco Bellatore
Davide Goffredo
Paolo Lazzeretti
Michele Mignani